Tra amici o in intimità, con la tovaglia “buona” o per un buffet informale, la tavola per la festa dell’ultimo dell’anno è bella e di buon auspicio solo se imbandita con cibo buono e genuino. E allora, cosa c’è di meglio per un Cenone di Capodanno indimenticabile, che preparare un menù ricco e saporito con i prodotti tipici del Lazio?

Ecco qui alcune idee per offrire piatti della tradizione che faranno fare un figurone con amici e parenti.

Peperone di Pontecorvo Dop dalla inconfondibile forma a cornetto

Peperone di Pontecorvo Dop dalla inconfondibile forma a cornetto

Involtini di prugne secche, pancetta e peperoni cornetto di Pontecorvo. Caldi e croccanti… stuzzicano e ingannano l’attesa!

Polpette di broccoli di Anguillara Sabazia, ricotta e zafferano della Sabina impanati e fritti. Un antipasto completo e ricco di sapore.

Strengozze di Cantalice

Strengozze di Cantalice

Lasagna rossa con spolverata di Pecorino di Picinisco DOP e Strengozze di Cantalice fatte con acqua, farina, pomodoro e aglio. Sapori antichi che sapranno riscaldare il cuore di tutti.

Il prelibato Coregone che vive nella acque dolci di Bolsena

Il prelibato Coregone che vive nella acque dolci di Bolsena

Dalla Ciociaria, alla Sabina il tour gastronomico dell’ultimo giorno dell’anno prosegue in Tuscia. Lattarini fritti, mangiati interi con tutte le spine, una ghiottoneria. Il pesce più diffuso è però il Coregone, da alcuni chiamato anche “spigola di lago” per la bontà delle sue carni, è servito arrostito al forno, come nella preparazione detta “alla bolsenese”, oppure alla brace o semplicemente bollito con l’aggiunta di salse di vario tipo, tra le quali primeggia quella detta “martana”, dal nome della cittadina che si affaccia sul lago.

La frutta natalizia per eccellenza è il melograno con i suoi grani rossi, un po’ acri ma gustosi, sono l’ideale per il dopo cena! Molto squisiti i melograni di Montelibretti!

Tozzetti alle nocciole della Tuscia

Tozzetti alle nocciole della Tuscia

Concludiamo con gusto! Ecco le Crespelle di Maenza, preparate in particolar modo in occasione del Capodanno e della festa della Befana, sono delle buonissime frittelle ricoperte di zucchero dalla forma allungata. L’impasto è quello lievitato del pane che viene aromatizzato con cannella e scorza di limone, a cui si aggiungono uvetta e pinoli.

Panettone con i marroni della Tuscia

Panettone con i marroni della Tuscia

Le note dolci possono essere arricchite di tanti altri assaggi e sapori. Tra questi non possono mancare i deliziosi dolcetti tipici del Lazio a base di nocciole, noci e miele, e il panettone artigianale preparato con i marroni dei monti Cimini.

Il cotechino servito con le lenticchie del Lazio

Il cotechino servito con le lenticchie del Lazio

Allo scoccare della mezzanotte il cotechino sigilla il tutto, meglio ancora se servito su un letto di lenticchie. Che siano quelle di Rascino, piccole e marroni con sfumature tendenti al rosso, o di Onano, tonde e saporitissime, o di Ventotene, piccoline e resistenti alla cottura, l’imbarazzo è solo nella scelta ma l’eccellenza è assicurata.

Buon appetito e buon anno nuovo!

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Viaggio nei borghi Bandiera Arancione del Lazio

C’è un filo arancione che unisce 25 Comuni della regione. È quello del Touring Club Italiano che ogni anno assegna il riconoscimento di Bandiera Arancione a tutte quelle località che si contraddistinguono per l'eccellenza dell'offerta turistica e la qualità dello...

Roma e l’acqua, un’antica storia d’amore

Ecco le storie delle Fontane del Facchino, dei Quattro Fiumi, di Trevi, delle Tartarughe e “der Fontanone”, simboli della grandezza di Roma basata sull’acqua.

Quando Bonaparte fu il Principe di Canino

Ecco la storia narrata dai luoghi che 200 anni fa entrarono nella vita di Luciano Bonaparte, fratello di Napoleone e Principe di Canino dal 1814 per 20 anni.

10 Bandiere Verdi nel Lazio top per famiglie

Scopriamo dove sventolano nel 2024 le 10 Bandiere Verdi nel Lazio, le 10 spiagge eccellenti per le famiglie per il mare pulito e i servizi a misura di bambino.

Un salto alle Cascate di Monte Gelato

Nella Valle del Treja c’è una meta ideale per ricaricarvi di energia positiva tra i boschi rigogliosi vicino a Mazzano Romano: le Cascate di Monte Gelato.

4 storie d’Amore soprannaturale nel Lazio

Parliamo d’Amore con la A maiuscola! Passeggiamo nel Lazio in 4 luoghi che raccontano storie d’Amore soprannaturale. Scopriteli con noi. Andateci con chi amate!

I segreti sotterranei nei Connutti a Vignanello

Andiamo alla scoperta dei segreti sotterranei nei Connutti di Vignanello, gli straordinari spazi ipogei recuperati e resi fruibili con le visite guidate.

Le fonti di ristoro da Fiuggi a Collepardo

Dalle terme di Bonifacio al lago di Canterno, andiamo alla scoperta dell’acqua inseguendo la B Gialla in Ciociaria per il ristoro del corpo e dell’anima.

Silent Walking nel Lazio tra le Big Bench

Sentitevi minuscoli e meravigliatevi sulle 10 Panchine Giganti nel Lazio. Il silent walking è forse il modo migliore, una passeggiata solitaria e silenziosa.

La Primavera e i colori dello sport in Sabina

Scopriamo con lo sport l’arcobaleno di colori a Primavera in Sabina, dall’azzurro dei cieli al blu delle acque, dal verde dei monti al rosso dei tramonti.