Vetralla (VT) si trova a circa 86 km da Roma. Abitata dagli Etruschi e dai Romani, subisce, come altri centri, molteplici invasioni e saccheggi, favoriti dalla vicinanza con la Via Cassia.
Infatti i numerosi ritrovamenti, avvenuti nelle sue immediate vicinanze, fanno ritenere che l’antica Vetralla sia in origine un Pagus villanoviano.

Nel periodo romano il centro è progressivamente abbandonato in favore del vicino Forum Cassii. A ridosso del Medioevo, viene innalzata un’imponente cinta muraria, a protezione della cittadina.
L’immane opera non spaventa però la potente Viterbo, che aspira a impadronirsi di una vasta distesa boschiva, donata a Vetralla da Innocenzo III nel 1206.
Viterbo viene però sconfitta e assoggettata agli Orsini, ai Di Vico, agli Anguillara e ai Farnese.

Nel borgo si trova il Castello, costruzione attribuita alla famiglia Di Vico, il cui figlio Giacomo è catturato e poi decapitato a Soriano; il suo sarcofago è ancora conservato nella Chiesa di San Francesco.
Tra un feudatario e l’altro, Vetralla è, per alcuni anni, assoggettata alla Camera Apostolica, ma la sudditanza allo Stato Pontificio non si rivela particolarmente facile a causa di numerose controversie.

Tra gli edifici di culto d’interesse storico e artistico si ricordano la Chiesa di San Francesco di impianto romanico (XI sec.), costruita sui resti di una precedente costruzione, e il Duomo in stile classicheggiante.

INFO UTILI
distanza da Roma 69 km
da non perdere Duomo
sito web Comune di Vetralla

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale...

Pico

Il borgo di Pico è in provincia di Frosinone sul versante...

Varco Sabino

Varco Sabino, a circa 95 km da Roma, sorge su un colle a circa 750...